Iscrivetevi alla nostra NEWSLETTER 

per essere sempre informati

sulle nostre attività.

Corso O.S.S

Intorno alla definizione del set di mansioni che l’operatore socio sanitario è chiamato a svolgere si gioca anche la partita della determinazione  del ruolo di una figura professionale specifica a cui vengono delegate una serie di prestazioni di tipo assistenziale e sanitario. Emerge infatti un terreno di lavoro assai variegato in cui l’assistente svolge una pluralità di compiti, che vanno da mansioni assistenziali a prestazioni di carattere prevalentemente sociale fino a funzioni di carattere sanitario. La priorità è data all’assistenza nei riguardi della persona da accudire, ma le attività complementari svolte dall’operatore socio sanitario sono direttamente riconducibili al contesto sanitario complesso di riferimento. L’operatore socio sanitario, dunque, opera su più fronti:

Assistenza diretta e aiuto domestico. L’O.S.S. è tenuto a:

  • assistere la persona, in particolare non autosufficiente o allettata, nelle attività quotidiane e di igiene personale;
  • realizzare attività semplici di supporto diagnostico e terapeutico;
  • collaborare ad attività finalizzate al mantenimento delle capacità psicofisiche residue, alla rieducazione, alla riattivazione e al recupero funzionale;
  • realizzare attività di animazione e socializzazione di singoli e gruppi;
  • coadiuvare il personale sanitario e sociale nell’assistenza al malato anche terminale;
  • aiutare la gestione dell’utente nel suo ambito di vita;
  • curare la pulizia e l’igiene ambientale;

Intervento igienico sanitario e di carattere sociale. L’O.S.S. è tenuto a:

  • osservare e collaborare alla rilevazione dei bisogni e delle condizioni di rischio-danno dell’utente;
  • collaborare all’attuazione degli interventi assistenziali;
  • valutare gli interventi più appropriati da proporre;
  • collaborare all’attuazione dei sistemi di verifica degli interventi
  • mettere in atto relazioni-comunicazioni di aiuto con l’utente e la famiglia per l’integrazione sociale e il mantenimento e recupero dell’identità personale.

Supporto gestionale, organizzativo e formativo. L’O.S.S. è tenuto a:

  • utilizzare strumenti informativi per la registrazione di quanto rilevato;
  • collaborare alla verifica della qualità del servizio;
  • collaborare alla realizzazione di attività semplici.

L’oss supporta le persone nel soddisfare i bisogni primari, sia in contesti sociali che sanitari, favorendo il loro benessere e la loro autonomia. Le attività dell’operatore socio sanitario sono rivolte, dunque,  alla persona ed al suo ambiente di vita:

  • Assiste ed aiuta nelle attività quotidiane di igiene personale.
  • Assiste ed aiuta nelle attività di governo della casa.
  • Supporta nell’organizzazione della vita quotidiana.
  • Realizza attività semplici di aiuto alle attività infermieristiche e tecnico-sanitarie.
  • Ascolta, osserva e comunica con la persona e la sua famiglia.
  • Lavora con il personale sanitario e sociale, contribuendo alla realizzazione del progetto assistenziale rivolto alla persona.
  • Collabora nella rilevazione dei bisogni e delle condizioni che possono danneggiare ulteriormente la persona in difficoltà.

Il lavoro dell’operatore socio sanitario è rivolto a persone che vivono in condizioni di disagio sociale o malattia: anziani con problemi sociali e sanitari – famiglie – bambini – ragazzi problematici – persone disabili – adulti in difficoltà o con problemi psichiatrici – degenti in ospedale. L’Operatore socio sanitario OSS collabora sia con altri OSS che con operatori di differente professionalità: medici, infermieri, assistenti sociali, educatori, fisioterapisti con le famiglie degli assistiti e ancora con associazioni di volontariato. L’operatore socio sanitario OSS svolge la propria attività nel settore sanitario ed in quello sociale; può quindi operare presso: ospedali, comunità alloggio e residenze per anziani ( RSA RA RAF RAB RISS etc.. ) in centri diurni e a domicilio del paziente.

 

 

Corso O.S.S-S

Il Corso O.S.S. Specializzato è stato progettato con l’obiettivo di rispondere alla carenza di personale infermieristico laureato. Il percorso di studi da noi definito, dà la possibilità di acquisire competenze, metodologie e applicazioni che permettano un’efficiente ed efficace gestione dell’assistenza, secondo una logica orientata al miglioramento continuo della qualità delle prestazioni erogate ai malati.

Il nostro Corso per O.S.S. Specializzato è stato realizzato per dare all’operatore Socio Sanitario competenze ed abilità che rispondono in modo più adeguato all’evoluzione dei servizi alla persona, intesa nella globalità dei suoi bisogni.

In tale contestol’Operatore acquisirà approfondite conoscenze tecniche assistenziali, sarà in grado di lavorare per compiti ed obiettivi, di interagire con professionalità diverse in modo integrato ed è in possesso di strumenti per migliorare la relazione d’aiuto con l’utente, potrà svolgere mansioni di maggior responsabilità, quali la somministrazione dei farmaci per via naturale o intramuscolare.

L’Operatore Socio Sanitario Specializzato con formazione complementare inoltre:

  • È una figura di supporto all’assistenza infermieristica e ostetrica (quanto meno nelle sue funzioni aggiuntive);
  • Agisce con livelli di autonomia ridotti ed è fortemente vincolato all’organizzazione del lavoro, alle direttive ricevute e alla supervisione infermieristica ed ostetrica;
  • Non agisce per delega di funzioni ma ha compiti di esecuzione di prestazioni pianificate dall’infermiere;
  • Risponde per la non corretta esecuzione delle prestazioni affidategli.
 

OBIETTIVI

Al termine del Corso O.S.S.S. il candidato avrà acquisito sarà in grado di:

  • Svolgere le competenze professionali del proprio profilo, coadiuvando l’infermiere o l’ostetrica/o;
  • Somministrare, per via naturale la terapia prescritta conformemente alle direttive del responsabile;
  • Somministrare la terapia intramuscolare e sottocutanea su specifica pianificazione infermieristica, conformemente alle direttive del responsabile;
  • Eseguire bagni terapeutici, impacchi medicali e frizioni;
  • Rilevazione e annotazione di alcuni parametri vitali (frequenza cardiaca, frequenza respiratoria e temperatura,) del paziente;
  • Raccolta di escrezioni e secrezioni a scopo diagnostico;
  • Medicazioni semplici e bendaggi, clisteri;
  • Curare la mobilizzazione dei pazienti non autosufficienti per la prevenzione di decubiti e alterazioni cutanee;
  • Effettuare respirazione artificiale, massaggio cardiaco esterno;
  • Occuparsi della cura e il lavaggio e preparazione del materiale per la sterilizzazione;
  • Seguire l’attuazione e il mantenimento dell’igiene della persona;
  • Occuparsi della pulizia, disinfezione e sterilizzazione delle apparecchiature, delle attrezzature sanitarie e dei dispositivi medici;
  • La raccolta e lo stoccaggio dei rifiuti differenziati;
  • Trasporto del materiale biologico ai fini diagnostici;
  • La somministrazione dei pasti e delle diete;
  • La sorveglianza delle fleboclisi, conformemente alle direttive del responsabile.
 

SBOCCHI PROFESSIONALI

  • Strutture sanitarie pubbliche e private presenti sul territorio nazionale ed Europeo
  • Aziende Sanitarie Locali
  • Servizi Sanitari gestiti da cooperative sociali (comunità alloggio, residenze per anziani, centri diurni, ecc.) o al domicilio della persona.
Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© Serena De Luca - Carsoli (AQ)